Le nostre abitudini linguistiche e conoscitive ci portano sovente a compiere un approccio forse semplicistico verso il suino. In realtà quando parliamo del maiale ci troviamo di fronte ad una classificazione un po’ più complessa e particolareggiata che ne identifica la vita in base ai successivi processi di crescita.
• Lattonzolo: è il piccolo del suino, maschio o femmina, di 5/6 settimane, nutrito solo con latte. La carne è tenera, rosa, con un lieve sapore di latte.
• Suino: maschio (castrato) o femmina. Ha carne rossorosa, consistenza pastosa, aspetto vellutato, grana finissima. Abbondanti depositi di grasso sotto la pelle (lardo, pancetta, guanciale) e intorno ai visceri (sugna, strutto).
• Verro: maschio destinato alla riproduzione (dagli 8 mesi ai 5 anni), ha carne dal profumo intenso, carne rosso scura, di grana grossolana e di odore sgradevole.
• Scrofa: femmina che ha partorito (fattrice dagli 8 mesi ai 6 anni), ha carne rosso scura e grana grossolana.