Le razze suine allevate in Italia

In Italia si allevano molte razze suine, da quelle proveniente da paesi esteri, soprattutto dall’Olanda e Danimarca, alle razze di uso locale più tradizionali. Tuttavia le razze più allevate a livello nazionale sono: Large White, Duroc, Landrace le quali sono ammesse nel circuito DOP del prosciutto di Parma e nelle Marche possono anche usufruire del marchio Qm – Qualità delle Marche.

Large White

La razza più conosciuta ed apprezzata nel mondo è insuperabile sia per il consumo di carne che per il salumificio. Apprezzata sia per la costituzione robusta che per l’elevata prolificità. Dal peso alla nascita di kg 1,5 in media si passa a 20 kg a 2 mesi, a 90-120 kg a 6-7 mesi, a 150-180 kg ad 1 anno, a 200-250 kg a 18 mesi. Morfologia: cute rosea senza macchie grigie, mantello bianco con setole uniformemente disposte su tutto il corpo, più folte nel verro. Testa proporzionata, orecchie di media grandezza orlate di setole fini, collo corto e tronco cilindrico. Arti robusti, cosce e natiche larghe e spesse.





Duroc

Razza di grande taglia, oltre che per la notevole velocità di accrescimento e per le buone caratteristiche riproduttive, è apprezzata per la notevole robustezza, soprattutto degli arti, che viene trasmessa alla prole e risulta particolarmente utile per la produzione del suino pesante italiano. Infatti, sia per il peso di macellazione elevato che per l'allevamento in strutture con pavimento in cemento, sono preferiti suini con arti particolarmente resistenti.
L'attività selettiva degli allevatori italiani ha prodotto un ceppo di questa razza denominata Duroc Italiana.
E' la terza razza in Italia per importanza, preceduta solamente da Large White Italiana e Landrace Italiana (al 31.12.2007 risultavano iscritti al Libro Genealogico 6.801 capi - 382 verri, 1.515 scrofe e 4.904 allievi).
La Duroc è caratterizzata da elevata prolificità; sono circa 11 i suinetti nati per nidiata. Si ottengono mediamente due parti all'anno. Le scrofe posseggono ottima indole materna e una elevata produzione di latte.





Landrace

La Landrace è una razza di origine danese attualmente è tra le razze più selezionate e più stimate al mondo. L'attenta selezione e le buone cure di mantenimento permettono di ottenere, in genere, due parti all'anno. il peso vivo medio dei suinetti alla nascita è di kg 1,3-1,5. Le scrofe presentano buone attitudini materne. Il peso vivo dei suinetti allo svezzamento è di kg 15-17. Con un'alimentazione razionale, a sei mesi di età raggiungono, nei baconers, i kg 90.
Il suino Landrace in parte viene allevato in purezza, ma lo scopo prevalente del suo allevamento è quello di ottenere scrofe meticce con la razza Large White, in modo da sfruttare l'eterosi derivante dell'incrocio di prima generazione, soprattutto nei riguardi delle caratteristiche materne, dello sviluppo del prosciutto, della lunghezza dei lombi e del modesto spessore del lardo.
In Italia sono allevati due "tipi" di Landrace: il Landrace italiano e il Landrace belga per i quali esistono due differenti Libri Genealogici. Il Landrace italiano è longilineo, armonico, di buona taglia, con scheletro solido ma non troppo pesante. Il Landrace belga è di media taglia, carnoso, con scheletro leggero ma solido e con prosciutti globosi.
Oggi è una delle migliori razze in assoluto. Per produttività è comparabile alla Large White, dalla quale si distingue per la maggiore lunghezza (vertebre dorsali soprannumerarie 15/16 anziché 13). Alta resa al macello, ottima sia per la produzione di suino pesante che per la produzione di carne magra da destinare al consumo diretto. Buona prolificità, con 11 suinetti nati per nidiata e circa 2 parti all'anno, ed elevata attitudine materna.
Per l'ingrasso la Landrace è allevata incrociata con la Large White (scrofa Large White e verro Landrace) e come tale popola la stragrande maggioranza degli allevamenti intensivi del Nord Italia per la produzione del suino pesante.
E' la seconda razza per consistenza nel nostro Paese, dopo la Large White italiana, con un numero molto elevato di soggetti allevati.